Scuola dell’infanzia – Ti racconto Dio: La storia dell’arcobaleno

Ciao Bimbi,

per ricollegarci all’iniziativa di ieri, oggi vi proponiamo una storia di Pino Pellegrino

La storia dell’arcobaleno

Una volta, tanti tanti anni fa, tutti i colori del mondo cominciarono a litigare, ognuno sosteneva di essere il migliore, il più importante il più utile, il preferito. Il Verde disse: “E’ chiaro che il più importante sono io! Sono il simbolo della vita e della speranza. Sono il colore dell’erba, degli alberi e delle foglie. Senza di me tutti gli uomini e gli animali morirebbero!”.

Il Blu lo interruppe: “Tu stai guardando solo la terra, ma pensa al mare e al cielo. Io sono il colore delle cose più belle e più grandi!”

Il Giallo rise sotto i baffi: “Siete tutti così seri! Io porto il sorriso e l’allegria e il caldo nel mondo. Io sono il colore del sole, della luna e delle stelle!”

L’Arancio alzò la voce e disse: “Io sono il colore della salute e della forza. Trasporto tutte le vitamine più importanti. Pensate alla carota e alla zucca, al mango e alla papaia!”

Il Rosso non poté sopportare più a lungo questi discorsi: “Io sono il sovrano di tutti voi. Sono il colore del sangue, e il sangue è vita! Sono il colore della passione e dell’amore, il colore della rosa rossa, della stella di Natale e del papavero”

Anche il Porpora si alzò in tutta la sua altezza. Era molto alto e parlò con grande enfasi: “Io sono il colore della sovranità e del potere. Re, capi e vescovi hanno sempre scelto me perché io sono il segno dell’autorità a della saggezza. Tutti mi ascoltano e mi ubbidiscono!”

L’Indaco parlò più pacatamente di tutti gli altri, ma con la stessa determinazione: “Pensate a me, sono il colore del silenzio. Io rappresento il pensiero e la riflessione, la luce del crepuscolo e delle acque più profonde”

E così i colori continuarono con le loro vanterie, quando ad un tratto, un tuono potente li fece sussultare. Dopo un po’ una pioggia torrenziale cominciò a scrosciare. I colori si acquattarono tutti, presi dalla paura e si raccolsero vicini l’uno all’altro per farsi forza.

Allora parlò la pioggia: “Voi colori siete sciocchi; vi azzuffate cercando di dominarvi! Non sapete che è Dio ad avervi creato? Ognuno con il suo compito unico, diverso e insostituibile. Egli vi ama tutti, vi vuole tutti. Prendetevi per mano e venite con me. Egli vi stenderà tutt’attorno nel cielo in un meraviglioso arco di colori allegri”.

Da quel giorno, ogni volta che piove, Dio mette un arcobaleno lassù in alto. Quando lo vediamo ci dobbiamo ricordare che Egli vuole che facciamo pace!

Ascoltiamo insieme il Laudato sì: https://www.youtube.com/watch?v=RcaGL6BVXdM

Ecco altri Arcobaleni! Cosa aspetti mandarci il tuo (l’indirizzo è paola.scuola@mazzarello.org)!

Irene dei Gialli

Simone dei Lilla e Diego

maestra Anna

Giorgia degli Arancioni

Cristian dei Verdi Maestra Sonia Gabriele dei Gialli Francesco dei Gialli Maestra Laura Beatrice degli Arancioni e Alice Asia dei Rossi

Alice dei Verdi e Gaia Mattia degli Arancioni e Jacopo Gabriele dei Blu e Asia

 

Francesco dei GialliMaestra Grazielle

Maestra Sofia

Maestra Paola